My Chinese Experience

Come sapete adoro il Giappone, ho lavorato per tantissimi anni per il mercato giapponese e sono affascinata dalla cultura nipponica, ma ho avuto anche il piacere di collaborare con aziende di abbigliamento cinesi che mi hanno dato la possibilità di fare viaggi nel vastissimo paese che è la Cina.

Il mio ultimo viaggio, nel Settembre del 2015, è stato nella città di Xian, capoluogo della provincia di Shaanxi, nella Cina Centrale, e a Shanghai, due città così diverse tra loro e proprio per questo meravigliose entrambi. La città di Xian è la più antica città cinese,  è il punto più orientale dell’antico tragitto della Via della Seta e fu la sede delle dinastie Zhou, Qin, Han e Tang. Affascinante per le testimonianze storiche, culturali e artistiche. Famosissima è “La Pagoda della Grande Oca Selvatica”,l’”Esercito di terracotta ed i suoi cavalli”, le mura e le 72 tombe imperiali. Qui tutto permea di antiche leggende e monumenti religiosi del passato.

As you know I love Japan, I worked for many years for the Japanese market and I’m fascinated by Japanese culture, but I also had the pleasure of collaborating with Chinese clothing companies that gave me the chance to travel in the vast country that is the China. My last trip, in September 2015, was in the city of Xian, the capital of the province of Shaanxi, in Central China, and in Shanghai, two cities so different from each other and just for this wonderful both. The city of Xian is the oldest Chinese city, is the easternmost point of the ancient Silk Road route and was the seat of the Zhou, Qin, Han and Tang dynasties. Fascinating for its historical, cultural and artistic heritage. Very famous is “The Pagoda of the Great Wild Goose”, the “Terracotta Army and its horses “, the walls and the 72 imperial tombs, where everything permeates ancient legends and religious monuments of the past.

20150917_18102520150917_18172920150917_20162520150917_20263720150917_20465920150917_20484620150917_20523420150917_20543220150917_211002

A Shanghai invece si viene colpiti dalla maestosità della metropoli, dalle luci, dai grattacieli, dai mall dove le più grandi marche di stilisti fanno a gara per aprire un corner. Lo skyline ricorda molto quello di New York, i grattacieli svettano alti verso il cielo, che di notte si illumina delle loro luci multicolori. Il quartiere più storico di Shanghai è il “The Bund”, un viale lungo la riva sinistra del fiume Huangpu che fronteggia il quartiere degli affari di Pudong, dove ogni cosa, dai palazzi agli hotel, risalgono agli anni ’40 e alla dominazione tedesca. Assolutamente favoloso è il Fairmont Peace Hotel, rimasto invariato nel suo stile Art Decò dagli anni della sua nascita, il 1929. Si entra in un luogo magico che con un vero e proprio salto nel passato ti trasporta indietro nel tempo, dove un’orchestra suona musica anni ’30 e i dolci vengono serviti su strutture di metallo a piani. Bellissime signore chic cinesi e straniere, per lavoro o relax, sorseggiano the o caffè in assoluto relax.

In Shanghai, on the other hand, we are struck by the majesty of the metropolis, the lights, the skyscrapers, the mall where the biggest designer brands compete to open a corner. The skyline is very reminiscent of New York, skyscrapers soaring high into the sky, which at night glows with their multicolored lights. The most historic district in Shanghai is “The Bund”, an avenue along the left bank of the Huangpu River that faces the Pudong business district, where everything from palaces to hotels dates back to the 1940s and German domination. Absolutely fabulous is the Fairmont Peace Hotel, remained unchanged in its Art Deco style from the years of its birth, 1929. You enter a magical place that with a real leap into the past takes you back in time, where an orchestra plays 30s music and desserts are served on flat metal structures. Beautiful Chinese and foreign chic ladies, for work or relaxation, sip tea or coffee in absolute relaxation.

20150919_07501320150919_13391520150919_14165420150919_19090520150919_190917

20150920_143414
“The Bund”
20150920_144522
“The Bund skyline”

20150920_14465820150920_14493320150920_145510

20150920_145850
Welcome in “Fairmont Peace Hotel”

20150920_14590620150920_14591520150920_150311

20150920_15031820150920_15055720150920_15143720150920_15173420150920_15555220150920_15563020150920_160043

20150920_160054

20150920_161705
Example of a Mall in Shanghai

20150920_16171220150920_16172120150920_162044

20150920_163440
Street of Shanghai

20150920_164751

Appena fuori dal centro di Shanghai, nella periferia, si trova il bellissimo tempio di JADE BUDDHA, un tempio dedicato a Buddha e al rito buddista, un luogo sacro di preghiera dove ogni cosa affascina e lascia silenziosi, perché solo il silenzio può esprimere tanta bellezza. I colori, l’oro ed il rosso, il profumo degli incensi, le enormi statue dei Buddha che sembrano proteggere tutto il popolo cinese. Un’esperienza unica e quasi trascendentale, per una europea come me, un luogo di assoluta spiritualità.

Just outside the center of Shanghai, on the outskirts, is the beautiful temple of JADE BUDDHA, a temple dedicated to Buddha and the Buddhist rite, a sacred place of prayer where everything fascinates and leaves silent, because only silence can express such beauty . The colors, the gold and the red, the scent of the incense, the huge statues of the Buddhas that seem to protect all the Chinese people. A unique and almost transcendental experience, for a European like me, a place of absolute spirituality.

20150920_11592720150920_12004220150920_12021520150920_12023420150920_12033120150920_12052220150920_12071620150920_12085120150920_12123620150920_121242

Visitare la Cina mi ha fatto capire anche quante differenze ci siano tra le donne cinesi e quelle giapponesi. A vederla sembra una creatura fragile ed eterea, con la pelle di seta e gli occhi a mandorla scurissimi, i lunghi capelli lucidi come la seta e il corpo longilineo. Ma è tutto tranne che indifesa! La donna Cinese, anche se  molti di noi non lo immaginerebbero mai, è influente. Nell’ambito lavorativo ci sono moltissime donne manager di potere, molte più degli uomini. Sono donne in carriera, forti, volitive, con un gran carattere. Sono a capo di aziende, gestiscono team di molte persone, curano i contatti con l’Occidente. Il loro carattere non si scontra con la cultura e il modo di fare tipicamente cinese, anzi, ne fa un plus. Ho imparato che per i cinesi, per creare un perfetto rapporto di business, prima di tutto conta ottenere la fiducia del cliente, il rapporto personale di stima reciproca, e solo dopo, se le condizioni sono raggiunte, si può iniziare a fare business. La donna cinese tiene molto al suo aspetto fisico, va in palestra, cambia spesso acconciatura per restare al passo con la moda, veste abbigliamento occidentale, perché la moda italiana è la più amata nel mondo orientale. Basta sfogliare riviste come Vogue China. Elle China, per rendersi conto di quanto la moda occidentale influenzi le scelte delle donne cinesi.

Visiting China also made me understand how many differences there are between Chinese and Japanese women. To see her it looks like a fragile and ethereal creature, with silky skin and very dark almond eyes, long silky shiny hair and a long-limbed body. But it’s all but defenseless! The Chinese woman, although many of us would never imagine it, is influential. In the workplace there are many women managers of power, far more than men. They are career women, strong, volitional, with a great character. They are in charge of companies, they manage teams of many people, they take care of contacts with the West. Their character does not clash with the culture and the way of doing typically Chinese, indeed, it makes a plus. I learned that for the Chinese, to create a perfect business relationship, first of all it counts to gain the trust of the client, the personal relationship of mutual esteem, and only then, if the conditions are reached, you can start doing business. The Chinese woman takes a lot of her physical appearance, goes to the gym, often changes her hairstyle to keep up with fashion, wears Western clothing, because Italian fashion is the most loved in the oriental world. Just browse through magazines like Vogue China. Elle China, to realize how Western fashion influences the choices of Chinese women. Of course, do not forget to wear, even on special occasions, the traditional Chinese dress, the quipao, a dress in pure silk embroidered with gold threads, with a Korean collar and small buttons that close on the chest. A long slit on the hips makes it sensual and glamorous. Even I have one, bought in Beijing, and I keep it jealously!

elle china
ELLE China
vogue for chanel
Vogue China for Chanel
Becki Li
Becki Li

Naturalmente non dimenticano di indossare, anche nelle occasioni speciali, il tradizionale abito cinese, il quipao, un vestito in seta purissima ricamata con fili d’oro, con collo alla coreana e piccoli bottoncini che si chiudono sul petto. Un lungo spacco sui fianchi lo rende sensuale e glamour. Anche io ne ho uno, comprato a Pechino, e lo conservo gelosamente!

Of course, do not forget to wear, even on special occasions, the traditional Chinese dress, the quipao, a dress in pure silk embroidered with gold threads, with a Korean collar and small buttons that close on the chest. A long slit on the hips makes it sensual and glamorous. Even I have one, bought in Beijing, and I keep it jealously!

Pink-floral-long-qipao-mandarin-collar-Chinese-sheath-floral-dress-FMS-15110D-001

20170717_153008

2 thoughts on “My Chinese Experience

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: